Pagine

lunedì 16 aprile 2012

PINK CHARLOTTE

I bambini crescono pensando che i colori abbiano un sesso, per cui identificano con l’azzurro il colore dei maschi ed il rosa con il colore delle femmine…
…ma cambiano subito idea non appena quei colori ricoprono un dolce…
…allora non c’è più differenza, non sono più né per maschi, né per femmine, ma per tutti!!!
Ecco che il mio piccolo (4 anni) l’altro giorno mentre preparavo la mousse per questo dolce è subito partito in quarta chiedendomi se quello che stavo facendo era per le femmine…gli ho risposto “forse”
Quando l’ho portato in tavola gli ho ricordato che era “rosa” e che quindi forse era per le femmine, ma mi ha risposto subito “no, mami, è per tutti!!!”
…il DNA non mente, uomo fino al midollo…
PINK CHARLOTTE

Vale a dire per i miei savoiardi rosa:
120 gr di farina – 56 gr di fecola – 140 gr di zucchero
2 uova – colorante rosso – zucchero a velo

Sbattere le uova con lo zucchero per circa 10 minuti!! Aggiungere una punta di colorante (partite con poco, meglio doverne aggiungere dell’altro piuttosto che dover ridosare gli altri ingredienti!!!) e mescolare.
Inserire le farine setacciandole. Usando una sàc à poche versare il composto su carta forno dando la forma classica o quella che preferite. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo ed infornare con forno caldo 180° per 15 minuti (o fino a cottura).
Mettere a raffreddare sulla griglia.

Per la mia mousse di fragole:
200 ml di panna vegetale già zuccherata (la mia prima volta!!!)
1 foglio di colla di pesce – fragole q.b. – liquore all’arancia 15 gr

Ammollare la colla di pesce in acqua fredda mentre si monta la panna vegetale. Mettere a scaldare il liquore (va bene anche un goccio di latte, ma visto che l’alcool evapora lascia un buon profumo!!!) e scioglierci dentro la colla di pesce. Mentre si raffredda pulire e tagliare a cubetti le fragole. Unire la colla di pesce e per ultime le fragole.
Foderare un coppapasta con carta forno, versarci la mousse e mettere in freezer un’oretta. Togliere dallo stampo e foderare tutto il contorno coi savoiardi.

Il gioco è fatto, ed il piatto è servito!!
Braci&Abbracci

10 commenti:

  1. Che piccola meraviglia! Sai che non sapevo fosse fatta così, una charlotte.. l'ho scoperto solo ieri. Che cultura pasticcera la mia!!
    Purtroppo leggendo tra gli ingredienti trovo che c'è del colorante nel savoiardo e nel nostro contest non sono ammessi i coloranti artificiali ma solo l'uso di ingredienti che per la loro natura colorano impasti ed alimenti in genere... E' bellissima, ma non possiamo accettarla :(( però me ne farei una scorpacciata ;)

    RispondiElimina
  2. Ma che delizia! E' un piccolo tesoro tutto da scartare, biscotto per biscotto!

    RispondiElimina
  3. beh c'è da dire che siamo proprio noi adulti a insegnare questa classificazione dei colori!! :) chissà perchè poi, ma questo dolce va bene per tutti..... in qualsiasi momento o ricorrenza :)

    RispondiElimina
  4. Che bella questa charlotte.. molto delicata :)

    RispondiElimina
  5. Carinissima! Una charlottina dall'aspetto romantico!
    Bravissima!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  6. Carinissimo il tuo bimbo, come la tua charlotte! Se ti va partecipa alla mia raccolta "componiamo il menù", ti lacio il link http://senzasaleinzucca.blogspot.it/2012/04/una-raccolta-ed-il-semifreddo-al-limone.html
    ciao!

    RispondiElimina
  7. wow....che dolcezza...mi viene un acquolina!!!un bacione

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia tutta da assaggiare!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. bellissima la tua charlotte! i saboiardi rosa poi!!!

    RispondiElimina