Pagine

lunedì 21 marzo 2011

ALLA FACCIA DEL "MULINO...."


La scorsa settimana mi sono imbattuta in questo post di Lori di   Mani...amore e fantasia...
lo so che non è recente, ma non leggo solo le news, 
a volte mi addentro...
e leggendo la preparazione di queste nastrine sembrava una ricetta a prova di scimmia...
Mi sono detta "vuoi proprio dire che non ne sia capace?"
In più sto lottando con me stessa da quando il mio piccolo è all'asilo,
perchè per le festicciole "non si possono portare dolci fatti in casa...di nessun tipo"!!!!!
Ma vi pare?
Allora: mi sono seduta a tavolino e mi sono segnata quelle che potevano essere le vere motivazioni...
ALLERGIE? Beh se un bambino è allergico, lo è sia ai prodotti fatti in casa che a quelli in commercio 
(anzi voglio ricordare che anche i conservanti sono tra i primi a dare allergie!!!)
BOTULINO? Il botulino a 70° muore....chi riesce a cuocere a meno di 70°?
BOOOOOOOHHHHH!!!
In più periodicamente saltano fuori i NAS coi loro controlli e puntualmente spuntano prodotti scaduti a destra e a manca....ma per ovvi motivi commerciali
non dicono mai i nomi delle aziende beccate
E' per non mettere nessuno in obbligo?
...e chi obbliga....
é ovvio che non penso si dovrebbero portare all'asilo
creme al mascarpone o preparazioni senza cottura...
...ma crostate...strudel...biscotti secchi!!!!

BRIOCHES E NASTRINE
Vi allego pari pari la ricetta, ma vi consiglio anche di an darla a vedere direttamente sul sito di Lori,
è stata così brava a dare le spiegazioni che si fa in un attimo a prepararle...
e il successo è assicurato!!!
poi basta sbizzarrire la fantasia, con cioccolato, marmellata e/o crema...

Ingredienti per la pasta sfoglia
250 g di farina 00
250 g di ricotta o philadelphia
160 g di burro
1 cucchiaio abbondante di zucchero
1 cucchiaino scarso di sale
Ingredienti per la pasta brioche
600 g di farina (metà 00 e metà manitoba)
250 g di latte
2 uova
60 g di burro
80 g di zucchero
10 g di sale
una bustina di vanillina
la scorza grattugiata di un arancia e di un limone
1 bustina di lievito di birra secco
Da tenere a portata di mano
20/30 g di burro fuso
zucchero semolato
un uovo per spennellare
zucchero a velo

Giovedì 17 marzo che era festa mi sono preparata la pasta sfoglia mescolando tutti gli ingredienti, poi li ho messi nella carta trasparente (detta pellicola) dandogli il più possibile la forma rettangolare e l’ho messa in frigorifero.
Venerdì pomeriggio ho preparato la pasta brioche. Ho messo la farina, la scorza grattugiata del limone, il lievito di birra, lo zucchero ed il burro ammorbidito (lo avevo ammorbidito nel micro senza renderlo liquido), sul tagliere dei dolci (ne ho due…uno per i dolci uno per i salati): Ho aggiunto le uova  e aiutandomi col latte ho impastato. Messo in frigo a riposare in una terrina di vetro e coperto con la pellicola.
Poi ho preso fuori dal frigo la pasta sfoglia ed ho prima col mattarello spianato un po’ l’impasto, poi ho fatto le prime pieghe a 3. (Ipoteticamente dividere in 3 parti il rettangolo, la prima estremità portarla verso i 2/3, mentre l’altra estremità appoggiarla sopra…di modo che guardandolo a mo’ di panino, si potranno vedere i tre strati!!!!).
Ora…tenere il panetto così ottenuto con le parti chiuse ai lati e quelle aperte in alto e basso e col mattarello stendere la pasta (fino a circa1-2cm) cercando di mantenere la forma di un rettangolo!!!! Coprire con pellicola e di nuovo in frigo per almeno ½ ora….Questo giochetto va ripetuto per altre 2 volte.  
Nel mio caso, sabato mattina ho tirato fuori dal frigo i miei due impasti….ho pesato la pasta sfoglia ed ho usato pari pesa della brioche.
Ho steso entrambe col mattarello. Nella pasta sfoglia ho spennellato del burro fuso ed ho cosparso con un velo di zucchero (ma davvero un velo) e ci ho adagiato sopra la brioche ovviamente nn erano ugualissime, ma aiutandomi con le mani ho rattoppato…
Tagliare le due a metà e nuovamente sovrapporre (tra i due strati io ho messo nuovamente burro e zucchero a fare da collante!!!).

Per fare le nastrine ho tagliato delle strisce larghe circa un dito (queste sono le unità di misura che preferisco….il righello nella mia cucina sparisce sempre!!!) e a due a due le stisce le ho incrociate.
Ho appoggiato sulla placca del forno e spennellato con un micro velo di burro. Ho lasciato lievitare fino al pomeriggio (la mattina avevo un impegno, ma basta vedere che siano cresciute!!!) ed ho inforanto a forno caldo a 180° per 15° (nell’originale i tempi erano un po’ diversi, andate a vedere, ma credo poi dipenda anche dal forno).
Quando sono cotte sfornare e ancora da calde rispennelare con burro (per questo prima ne avevo messo proprio un passaggio velocissimo col pennello!!!) e spolverizzare di zucchero semolato…la prossima volta uso quello in grani più grosso….
Una mia piccola variante (che non ho fatto in tempo a fotografare perchè qualche topolino ha mangiato subito)...tra lo strato di sfoglia e quello di brioche ho messo delle scaglie di cioccolato fondente....

Per i cornetti, ritornando agli impasti stesi col mattarello e poi sovrapposti (attaccati con il burro e lo zucchero!!!), col mattarello stendere questo impasto in modo che i due strati si omogeneizzino un po’, poi ricavare dei triangoli (a gusto le dimensioni) e tenendo la base parte per parte arrotolarla fino al vertice che dovrà trovarsi al centro del rotolo. Incurvare leggermente le punte (per dargli la classica forma del cornetto)…
Ed anche in questo caso forno 180° per 15 min.
Io al centro ho messo un pezzo di cioccolata fondente....

8 commenti:

  1. che belleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee complimenti :) buon lunedi'

    RispondiElimina
  2. bellissime!^_^
    Io ne prendo 10!!

    RispondiElimina
  3. ehilà ehilà ehilà.....comincio a preoccuparmi per il regalo che ho pensato per te....sei troppo brava.....
    Buona settimana.
    Patrizia

    RispondiElimina
  4. Wow... mi sa che adesso ti copio io l'idea delle scagliette di cioccolato! Sono felice che ti siano venuti così bene! ;)

    RispondiElimina
  5. Stra-slurp!!!! L'aspetto è divino, altro che Mulino bianco!!! Sento il profumo. Ricetta memorizzata e da provare. Ciao, Clara.

    RispondiElimina
  6. Ciao... ho dato un'occhiata più approfondita alle spiegazioni, e mi sono resa conto che si tratta assolutamente di copia/incolla delle MIE spiegazioni.... Va bene gli ingredienti.... ma poichè mi ci sono volute delle ore per scrivere tutto il post, ti inviterei a scrivere qualcosa di tuo o, eventualmente, rimandare al mio blog per le spiegazioni. Mi sembra più giusto così! Ti ringrazio, buona giornata! Lori

    RispondiElimina
  7. Ti dirò... la tua spiegazione mi piace più della mia!!!!! Un mega sorriso anche per te! Ti auguro un felice week end! Baci ^_^

    RispondiElimina